You are here

bdsm training secondo capitolo

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:47

Quando ci si rende conto di avere fantasie che rientrano nell’ambito del BDSM, probabilmente avrete paura a considerare come vere questi vostri pensieri. Si può reagire con disgusto per se stessi,  con la paura per i propri pensieri e per le proprie pulsioni o addirittura con la negazione di questi pensieri e di queste pulsioni.

A mio modo di vedere ci sono diverse fasi attraverso cui passare prima di raggiungere un livello soddisfacente di accettazione e comprensione della propria natura.

Mentre molti si rendono conto di queste pulsioni già in tenera età, altri se ne rendono conto, altri invece se ne rendono conto in età avanzatae in qualcuno neanche esperienze drammatiche come il divorzio li porta ad esplorare e comprendere la propria natura e le proprie pulsioni. In generale comunque spesso la prima reazione è quella del rifiuto, quasi una incredulità che queste pulsioni sia capitate proprio a noi.

Tuttavia più si esplora meno si può negare il bisogno di dominio o schiavitù e ciò può portare ad avere paura di noi stessi, anche a causa della stigmatizzazione sociale del BDSM e del sadomasochismo e quindi la paura di quello che potranno pensare amici e familiari se venissero a conoscenza delle nostre pulsioni.

Questo momento di solito è seguito da un momento di ricerca in cui si viene a scoprire che ci sono molte altre persone al mondo con le nostre pulsioni e che quindi non c’è nulla di strano e si entra in pace con sè stessi e si comincia a cercare altri con gli stessi interessi.

Molta attenzione bisogna prestare quando ci si interfaccia con qualsiasi mondo BDSM sia sulle misure di sicurezza che sulle persone con cui ci si interfaccia.