You are here

la cera bollente come mezzo di tortura

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 15:09

il fascino cinematografico della candela e della cera bollente sul dungeon e sulla schiava è certamente indiscusso, ma la pratica può essere pericolosa e richiede delle attenzioni.

Per prima cosa bisogna assicurarsi di tenere le candele su una superfice piana e soprattutto stabile. tenere acqua fredda, ghiaccio ,un asciugamo freddo nelle vicinanze, e assicurarsi di avere un estintore nelle vicinanze, così come un kit di pronto soccorso.Non vestire la schiava con lingerie che spesso sono fatte di materiali sintetico il che come potete immaginare può comportare dei pericoli così come tutto quello che è fatto di PVC, nylon e vinile.

Sono da preferire le candele di paraffina a quelle in cera d’api in quanto hanno un punto di fusione più bassa, anche le candele profumate di solito hanno un punto di fusione più alto per le sostanze utilizzate per ottenere il profumo. Alcuni tipi di candele poi contengono anche sostanze tossiche, quindi alla fine della fiera per non correre rischi utilizzate delle semplice candele di parafinna come detto sopra.

Ora può iniziare il gioco: controllate la temperatura della cera utilizzando il dorso della mano, per sensibilizzare maggiormente alcuni sensi potete anche bendare la schiava.

A questo punto potete iniziare a far calare la cera possibilmente dall’alto in modo che si raffredi nella caduta cominciando dall’ombelico e dalla schiena. per finire togliere la cera? come con una frusta non ci avevate pensato…….

schiava novizia cobn grosse tette