You are here

I vari tipi di frusta le fruste lunghe secondo capitolo

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 12:12

la frusta knut: un tipo di frusta che ormai non esiste più, lunga circa un metro e formata da un manico di legno a cui erano fissate o o più striscie di cuoio di lunghezza circa doppio rispetto al manico. Vi era una variante denominate grande knut con un manico di 60 cm e una coda in due pezzi articolati da un anello, di rispettivamente 120 cm e 60 cm.

il knut era impiegato soprattutto per le punizioni corporali un centinaio di colpi era sufficiente per uccidere la vittima nella versione standard, invece col grande knut ne potevano bastare anche una ventina.

hunting whip(frusta da caccia): ha un manico lungo circa 40-50 cm di solito in legno che all’estremistà presenta un elemento orrizontale. All’estremità opposta il manico ha un terminale costituito da una breve striscia di cuoio con un’asola centrale, oppure ripiegata in due a formare un occhiello (dettaglio illustrato in basso): a questo elemento è fissata la coda, che in questo tipo di frusta viene detta lash, di lunghezza variabile (mediamente 150 cm).

è utilizzata per la caccia alla volpe.

 

snake whip: è una frusta del tutto priva di un manico.Viene  impugnata all’altezza del voluminoso nodo che ha all’inizio. è una frusta flessibile che si può arrotolare completamente come fosse un serpente da qui il nome.Questo la rende facilmente trasportabile, infatti la si può mettere comodamente anche in tasca.

bullwhip: è la frusta per antonomasia la frusta di Indiana jones e di Zorro. ha un manico di 20-25 com di legni rivestito di cuoio che  continua direttamente  con la coda attraverso il rivestimento di quest’ultima;. la coda può misurare da 120  fino a 300 cm.

frusta da BDSM:  I modelli a coda singola si ispirano a quelli “veri”, con una lunghezza che si aggira attorno al metro, sufficiente ad avere un certo impatto visivo ma non tale da rendere difficile e soprattutto pericoloso il loro utilizzo.

La forma èi simile alle fruste tradizionali, ma sono spesso riconoscibili per la forma inusuale del manico, per l’abbinamento di colori sgargianti ed altri dettagli, tra cui la forma del terminale: quest’ultima può variare a seconda del modello, ma quasi sempre si presenta come un breve elemento sfrangiato o un gruppo di brevi lacinie, che fanno seguito direttamente alla parte intrecciata della coda e col quale è possibile colpire il bersaglio limitando il rischio di lesioni accidentali.
Altre comuni fruste da BDSM sono i modelli più economici dbullwhip  e il deagontaill, già descritto tra le fruste brevi nel precedente capitolo.