You are here

marika la moglie schiava: la sessantenne a casa di Marika

Submitted by blogbdsm on Thu, 08/03/2017 - 14:25

Il giorno dopo Monica ricontattò Marika dicendole che è stato proprio bello, che lei era proprio una troietta e che aveva voglia di penetrarle il culo con un vibratore.

Marika le rispose che avrebbe dovuto chiedere il permesso al suo padrone, perchè quello che è successo ieri è stato reso possibile dal fatto che le era stato ordinato dal suo padrone.

Marika mi telefona raccontandomi quello che è successo nel ristorante e io fui abbastanza meravigliato, la cosa era andata abbastanza oltre quello che avevo previsto che poteva succedere e le diedi il consenso per ricontattare la troia sessantenne.

Il giorno dopo Marika le telefona e Monica le propone di trovarsi a casa o sua o di Marika coinvolgendo anche i mariti, ma il suo non avrebbe partecipato in quanto è solo un guardone in quanto dotato di un pisellino insignificante. Dopo qualche giorno di riflessione in cui il marito di Marika era molto diffidente verso questa cosa decidono di accettare. L'unica cosa che impongo è che impiantino una telecamera in quanto volevo assistere alla scena per vedere fino a che Marika sarebbe arrivata.

L'incontro avviene dopo una settimana circa: un ora prima dell'incontro temendo di non avere la passerina allenata al punto giusto Marika si fa leccare la passerina dal suo cane che si eccita all'inverosimile godendo come un matto e in un attimo un po' come quei ragazzini la prima volta che vengono spompinati dalla donna dei loro sogni e non riescono a controllarsi.

Monica arrivò all'incontro vestita di tutto punto con le labbra dipinte di rosso con un rossetto più da battona stradale che da incontro con una cagna raffinata.

Appena arrivata bacia Marika sulla lingua e le dice stasera ci divertiremo mia cara.

Le due si siedono sul divano e tra l'aperitivo e un caffè cominciano a baciarsi e toccarsi. Monica è sempre più eccitata e le dice cara bimba troia ti piace essere toccata vero. A questo punto arriva Giuseppe il marito di Marika che tocca Monica sulla figa ormai fracida e le dice ti piace mia moglie vero troia e lei le risponde di si, ma voglio pure il tuo cazzo.

Si alzano tutti dal divano, vanno verso la camera da letto dove succede veramente di tutto Monica era infoiata all'inverosimile ha preso lo straopon e ha cominciato a scopare figa e culo di Marika. Nel frattempo il marito di Marika ha messo il suo cazzo nel culo di Monica e lo muoveva come un freccia rossa avanti e indietro. Il guardone del marito di Monica col suo cazzino insignificante di quattro centimetri a essere indulgenti cominciava intanto a segarsi.

Monica sempre più in calore si rivolge a Marika dicendole se lo sa che dopo deve bere il suo piscio visto che al ristorante aveva mostrato di gradirlo così tanto. Marika piegò il capo e faceva di si, mentre il marito intanto si faceva spompinare da Monica che con l'altra mano finiva la sega del suo di marito dicendole guarda la troia che hai sposato come gode con le bimbe troie. A questa frase l'uomo col suo ridicolo cazzetto disse che stava per venire e Monica gli diresse l'uccellino verso il piede di Marika al che eiaculò poco liquido insignificante.

A questo punto Monica espelle la sua pioggia dorata nella bocca di Marika, mentre il marito continua a segarsi e viene un altra fino a che Marika a sua volta espelle la sua pioggia dorata nella bocca del marito di Monica che afferma tutto contento questa sera è stato meglio di un film porno.

L'unica cosa di cui mi pento io, è non aver chiuso il marito di Monica con la gabbietta un pisellino così insignificante non ha nessun diritto di godere.