You are here

master

bdsm training quarto capitolo posizioni di base in cui tenere una schiava

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:53

bdsm training.Le posizioni in cui un padrone può tenere una schiava o uno schiavo possono essere molteplici e varie vediamo però di parlare qui di quelle di base.

 

1) schiava seduta

la schiava seduta davanti al master con una gamba piegata di fronte e l’altra piegata dietro le permette di tenersi in posizione senza troppa fatica.

 

2)schiava col collare

introduzione al BDSM

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:46

Se si dovesse chiedere a dieci persone diverse cos’è il BDSM probabilmente si otterebbero dieci risposte diverse per non parlare di quello che dicono tutti i siti e blog nati sul tema. Ma qual’è la verità? cercherò nel mio piccolo di farvelo scoprire.

Molti nel definire il BDSM si rifanno al significato della sigla BDSM  che sta per Bondage and discipline, Domination, Sadism, Masochism, altri si rifanno al concetto di dominazione e sottomissione o di schiavitù più o meno pesante.

128 basic rule BDSM part five

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:42
53. I confirm my trust in my Master. I trust he will keep me well. I trust he will honor my rights, and I trust he will take care of me.

 

54. I trust he will take care of my body. I trust he will take care of my mind. I trust he will make sure all of my needs, be they physical, emotional, mental, spiritual, psychological, or sexual.

55. I will not blindly trust my master.

128 basic rule bdsm part four It’s time for something I have to do!

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:36

34. I will respect my master.

35. My master has control over me.

36. Master’s command is what I must do. As long as it is not insane, unsafe, unconsentual, or in violation of my limits, I will do what he orders me. (We assume from here on out that commands are not in violation of limits, unsafe, insane, or unconsentual.)

Il lento scivolare di una coppia verso l’abisso della sottomissione (8 cap racconto bdsm)

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:27

Ivana e Marco finita l’asta vennero consegnati da Giuseppe (insieme alle chiavi della gabbietta dove era chiuso il pisello di Marco)a quelli che sarebbero stati i loro nuovi padroni per mese, si trattava di due tedeschi con tendenze dominanti Claudia e Peter che vivevano nell’antico castello di famiglia di lui che proveniva da un antica famiglia elettrice tedesca.

il lento scivolare di una coppia verso gli abissi della sottomissione (7 cap. racconto bdsm)

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:25

Giuseppe espose a Marco e Ivana nel dettaglio la loro situazione: avevano perso tutto quello che avevano e se volevano continuare a mettere insieme il pranzo con la cena avrebbero dovuto essere asservirsi al suo volere, in quanto non sarebbero mai riusciti a riposizionarsi lavorativamente anche perchè lui avrebbe provveduto a sputtanarli presso qualsiasi datore di lavoro(gli disse anche che io oltre a venderli gli avevo dato anche delle foto sconvenienti sia di Ivana che di Marco e che non avrebbe avuito scrupoli ad utilizzarle contro di loro).

la punizione del sale grosso

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:20

Una punizione che mi è capitato di infliggere alle schiave che non riescono a portare avanti come dovrebbero l’ordine della castità forzata che consiste nell’ordine di non poter scopare, masturbarsi o toccarsi per un periodo predeterminato è la punizione del sale grosso.

Questa punizione consiste nel costringere la schiava  a una lunga gita in bici  su strade sterrate, con le mutadine piene di sale grosso in modo che durante la pedalata frizioni ovunque.

il lento scivolare verso la sottomissione di una coppia (VI cap. racconto bdsm))

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 11:19

L’uomo che incontrai fuori dal ristorante si chiamava Giuseppe e gestiva come hobby diciamo così una serie di club bdsm, che però non erano normali club a sfondo BDSM, erano all’apparenza dei locali normali: alcuni discoteche, altri pub con un retrobottega nascosto che prevedeva oltre a club dediti al BDSM casinò e gioco d’azzardo il cui scopo era mettere sul lastrico belle fanciulle, belle coppie, bei ragazzi per poi ricattarli e farli diventare schiavi di elementi influenti dell’alta società.

Pages

Subscribe to RSS - master