You are here

padrone

Francesca con la lesbica

Submitted by blogbdsm on Sat, 11/07/2015 - 16:38

Dopo aver umiliato Francesca costringendola ad avere un rapporto casto col suo storico fidanzato come vi ha magistralmente raccontato lei, decisi che avrei dovuto farle fare un altro passo verso l'abisso per farla diventare una schiava come piace a me: farle fare sesso con una donna.

Pur non avendolo messo come suo limite all'inizio sapevo che non era facile, infatti Francesca alle sue amiche non aveva neanche mai dato quei bacetti scherzosi che spesso si danno le donne tra di loro.

La mia schiava Francesca si confessa

Submitted by blogbdsm on Tue, 10/20/2015 - 19:22

Oggi sono felicissima, sono riuscita a soddisfare il mio padrone , sono riuscita a resistere a dieci giorni di castità forzata. Nel momento in cui sono passati dieci giorni esatti sono andata in bagno a masturbarmi, è stato un orgasmo incredibile probabilmente dovuto alla voglia e agli stimoli che ho avuto in questi giorni e di cui devo ringraziare il mio padrone che perde il suo prezioso tempo ad educare una cagna come me. È stato un orgasmo talmente intenso che mi sono accasciata a terra e vi sono rimasta a terra per cinque minuti, un esperienza che non dimenticherò facilmente.

Greta il mio nuovo giocattolo continua la castitá forzata

Submitted by blogbdsm on Tue, 10/13/2015 - 09:18

L’indomani Greta memore del giorno prima dove senza reggiseno con la maglietta bianca tutti coloro che entravano nel suo ufficio potevano ammirare le sue mammelle, si vestí con una t-shirt rossa e degli short bianchi. Questo però non cambiò la percezione di esposizione che Greta avvertiva, non essendo abituata fino al giorno prima di vestirsi in modo appariscente.

La mia schiava francesca si racconta

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/29/2015 - 18:39

 mi chiamo Francesca e sono una delle schiave di padronebastardo.(chi mi vuole contattare per insultare, commentare etc può scrivere a schiavafrancesca@gmail.com)
mi piace l'esibizione, l'umiliazione e la dominazione sotto qualsiasi forma. Mi piace l'idea di provare il fremito della vergogna, della paura di sbagliare, e l'emozione di sentirmi privata di volontà e di potere. Sono eccitata dall’imbarazzo  e dell'umiliazione, inoltre mi eccita il  timore di venire denudata, esposta, esaminata, perquisita e punita. 

Greta il mio nuovo giocattolo secondo capitolo

Submitted by blogbdsm on Mon, 09/21/2015 - 13:23

Per Greta la prima notte di castità forzata fu una prova veramente dura, infatti era abituata a masturbarsi più volte durante il giorno per dare sfogo a quegli istinti da cagna che aveva e non poterlo più fare più era molto duro, la passerina infatti reclamava in ogni momento di essere soddisfatta, una soddisfazione che non le poteva dare in quanto sapeva che se avesse ceduto sarebbe stata punita severamente anche se non sapeva come. In più la sua natura masochistica la portava ad eccitarsi ulteriormente il che peggiorava di molto la situazione.

Greta il mio nuovo giocattolo prologo

Submitted by blogbdsm on Wed, 09/02/2015 - 09:51

Greta è una mia giovane lettrice, un assidua frequentatrice del mio blog e dei miei racconti sparsi in vari siti web, ma non ha mai avuto il coraggio di contattarmi. Si sente una sottomessa fin nel midollo, ma non ha mai avuto coraggio di affrontare le sue sensazioni e la sua vera natura. Dopo la lettura di Profumo di Dafne e della sua storia ha trovato il coraggio di scrivermi dicendo anche un po’ timidamente di voler essere una protagonista, di voler essere come una delle schiave le cui vicende sono narrate nei miei racconti.

Gioia nell'abisso della sottomissione 4

Submitted by blogbdsm on Wed, 09/02/2015 - 09:29

l'indomani mattina feci arrivare a casa di Gioia Mustafà un immigrato senegalese che utilizzavo per curare i rapporti con le mi schiave, quando non ritenevo opportuno farlo in prima persona. Per questi servizi Mustafà non era pagato un granchè e lo faceva come secondo lavoro per arrotondare in compenso gli concedevo di praticare la sottomissione delle schiave di cui si occupava per me.

le paure delle schiave nell'affrontare l'addestramento

Submitted by blogbdsm on Wed, 09/02/2015 - 09:09

Le schiave sono normalmente consce che affrontando l’addestramento stanno andando incontro a una sfida stimolante, ma difficile. Non importante se una schiava ha un master da un po’ di tempo o solo da un breve periodo, ma ci sarà il momento in cui si chiederà se il padrone starà per fare loro del male o se sono veramente in grado di soddisfare il loro padrone. Questa paura è naturale e può essere utilizzata per continuare l’addestramento. Il delicato equilibrio tra fiducia e paura va affrontato spesso tra padrone e schiava e non può essere affrontato senza il dialogo.

Gioia nell'abisso della sottomissione 2

Submitted by blogbdsm on Wed, 09/02/2015 - 08:50

Dopo il primo incontro con Gioia durante il quale mi aveva parlato di lei, delle sue tensioni, delle sue pulsioni, dell'intesa sessuale col suo fidanzato, dell'insoddisfazione sessuale reciproca, dei tradimenti che gli aveva fatto e che lui conosceva , decisi che il primo passo per un addestramento che portasse Gioia a essere una schiava oltre che nel corpo anche nella mente doveva essere un incontro anche col fidanzato in una situazione in cui quello che mi aveva raccontato fosse diventato evidente e plastico.

Profumo di Dafne da mistress a schiava 8

Submitted by blogbdsm on Tue, 09/01/2015 - 18:38

 

Master Jack aveva fissato per sabato in una grande villa fuori città la punizione  Profumo di Dafne per aver osato lenire il dolore della passerina senza il suo permesso. L’ordine che il master aveva dato a Profumo di Dafne non le faceva presagire nulla di buono: le era stato ordinato di radunare e invitare per l’occasione tutti quelli che erano stati i suoi schiavi quando faceva la mistress. L’umiliazione di invitare coloro che l’avevano servita, riverita che erano stati usati come zerbini, cessi e il cui unico scopo nella vita era farla godere era tremenda.

Pages

Subscribe to RSS - padrone